Proteina Nagalase nei Vaccini e Crescita Tumorale

Inserito in Tossine Ambientali, Vaccini.. il Ragionevole Dubbio

Proteina Nagalase nei Vaccini
 

Proteina Nagalase nei Vaccini

 
 
Una PROTEINA chiamata Proteina Nagalase è stata riscontrata in alcuni bambini vaccinati quando non sarebbe dovuta essere presente! Ogni genitore desidera scegliere la cosa più giusta per il proprio figlio, tuttavia, su molteplici fronti, i genitori vengono bombardati con l’idea che i vaccini abbiano un ruolo cruciale nella salute dei bambini. Dalla prepotenza delle scuole pubbliche ai pediatri di fiducia il messaggio è sempre lo stesso: i vaccini sono l’unico e il solo modo di prevenire malattie mortali e proteggere il vostro piccolo, e voi stessi.
 
 

Benché molti abbiano probabilmente sentito parlare di ingredienti pericolosi utilizzati nei vaccini, spinti dalla paura e dalla fiducia nei “camici bianchi” i genitori continuano a far seguire ai propri bambini il programma vaccinale raccomandato e sempre più intenso.
I genitori, medici e detrattori dei vaccini che non vogliono allinearsi rischiano di suscitare scandalo sulla stampa, negli ambulatori e di fronte all’opinione pubblica. Alcuni di questi “informatori” vengono persino uccisi per preservare il business dei vaccini e della chemioterapia.
 
 

I VACCINI CONTENGONO PROTEINE CHE POSSONO PROVOCARE I TUMORI
 
Ricorderete i casi di qualche anno fa dei medici olistici scomparsi o assassinati (o trovati inspiegabilmente morti) in Florida. Avevano tutti una cosa in comune: tutti si erano pronunciati attivamente contro le industrie dei vaccini e del cancro.
Appena prima di morire, il Dr. James Jeffrey Bradstreet, un medico noto per le sue ricerche sull’autismo e per la sua critica della pratica vaccinale, scoprì che un composto naturalmente presente nel corpo umano chiamato GcMAF (Globulin component Macrophage Activating Factor, Fattore di attivazione dei macrofagi derivato dalla proteina Gc), poteva essere la chiave per una cura del cancro.
Il GcMAF è una proteina umana essenziale nei nostri corpi prodotta attraverso la combinazione della proteina Gc con la vitamina D. Le persone sane producono da sole la proteina GcMAF per uccidere le cellule tumorali naturalmente.
 

Inoltre, il Dr. Bradstreet e i suoi colleghi scoprirono che una proteina chiamata Proteina Nagalase impedisce alla proteina Gc di legare la vitamina D, privando di fatto il corpo umano di una delle sue naturali capacità di uccidere le cellule cancerose.
La Proteina Nagalase è stata riscontrata in alte concentrazioni nei bambini con autismo. Poiché non è mai stata trovata nei neonati, essa deve essere stata introdotta in qualche modo nei corpi dei bambini in un momento successivo della loro vita.
La maggior parte dei medici trovati morti riteneva che essa venisse aggiunta intenzionalmente ai vaccini.
 
 

Una meschina macchina per fare soldi
Perché mai le aziende farmaceutiche mettono la nagalase ed altre sostanze chimiche nei vaccini sapendo che queste possono causare autismo o crescita tumorale? La riposta, molto probabilmente, è per denaro!
Secondo un recente rapporto mondiale sull’oncologia diffuso da IMS Health Holdings nel giugno 2016, la spesa globale per i trattamenti antitumorali supererà i 150 miliardi di dollari entro il 2020. Nel 2015, la spesa per i farmaci oncologici ha raggiunto i 107 miliardi, che rappresenta un aumento dell’11,5% rispetto all’anno precedente.

Indubbiamente l’industria del cancro è un’attività redditizia. Una cura anticancro economica e naturale potrebbe distruggerne i guadagni in un batter d’occhio. Come potete vedere, è nell’interesse dell’industria incastrarvi nel circolo vizioso della malattia.
Come ha denunciato Mike Adams, “Una cura universale contro il cancro annienterebbe i guadagni della lucrosa industria del cancro e farebbe collassare l’American Cancer Society, gli ospedali, le cliniche oncologiche e le società farmaceutiche che dipendono dai profitti della chemioterapia per continuare a prosperare.”
E colpiranno chiunque sui frapponga fra loro e questa miniera d’oro.
 
 

Fonte: Informasalus: http://www.informasalus.it/it/articoli/vaccini-crescita-tumore-nagalase.php (Vaccini e Crescita del Tumore: la Proteina Nagalase)
 
 

N.B.
Nagalase è un enzima extracellulare matrice degradante che è secreto in quantità maggiori del normale dalle cellule cancerose nel processo di invasione tumorale. E’ anche un componente intrinseco della proteina di rivestimento di vari virioni, come HIV, virus di Epstein-Barr [EBV], herpes zoster e il virus dell’influenza. Così, è secreto dalle cellule infettate da virus.
 

L’aumento dell’attività della Proteina Nagalase è stato rilevato nel sangue di pazienti con un’ampia varietà di tumori, come il cancro della prostata, della mammella, del colon, del polmone, esofago, stomaco, fegato, pancreas, rene, vescica, testicolo, utero e ovaio, mesotelioma, melanoma, fibrosarcoma, glioblastoma, neuroblastoma e vari tipi di leucemia. Per vari tipi di tumori, sono stati riscontrati differenti livelli di attività Nagalase. Risulta che la capacità secretoria del tessuto tumorale individuale varia tra tipi di tumore a seconda delle dimensioni del tumore, messa in scena, e il grado di malignità o invasività.

L’aumento di attività della Proteina Nagalase non è stato rilevato nel sangue di individui sani.

L’attività della Proteina Nagalase è direttamente proporzionale alla massa tumorale attiva. Vari studi correlano i livelli di Nagalase con la massa tumorale e suggeriscono che la misurazione di questo enzima in grado di diagnosticare la presenza di lesioni cancerose al di sotto di livelli rilevabili da altri metodi. Nelle analisi diagnostiche effettuate in studi di ricerca, l’attività Nagalase è diminuita fino quasi ai normali livelli di controllo (dei pazienti sani) un giorno dopo la rimozione chirurgica dei tumori da pazienti oncologici, indicando che il valore di emivita della Nagalase è inferiore a 24 ore. La breve emivita di Nagalase è preziosa per la prognosi della malattia durante varie terapie.
Inoltre l’aumentata attività di Proteina Nagalase è stata rilevata nel sangue di pazienti con la malattia autoimmune “lupus sistemico eritematoso”.
 
 
Fonte: Autismo e Vaccini: https://autismovaccini.org/2015/07/25/la-proteina-nagalase-potrebbe-essere-la-motivazione-dellassassinio-di-8-medici-olistici-negli-stati-uniti/
 
 
Ambiente Olistico staff
 
 

Proteina Nagalase nei Vaccini