Preghiera e Fisica Quantica

Inserito in Evoluzione Personale, Neuroscienze - Epigenetica - Fisica Quantistica

Preghiera
 

Preghiera e Fisica Quantica

 
 

La Preghiera consapevole, è una forma di meditazione nel Qui e Ora che ci collega al campo quantico delle possibilità. La Preghiera racchiude in se tutte le pratiche di Alchimia Trasformativa messe in atto per ri-collegarsi: meditazione, ricordo di sè, presenza, responsabilità delle proprie azioni, perdono, tecniche che consentono di uscire dalla meccanicità e dall’illusione. Le recenti scoperte della fisica quantistica rendono ragione di quanto professato dalle dottrine spirituali da migliaia di anni.

Esiste un Principio Primo dal quale tutto ha origine, sia che lo si chiami Dio, Universo o Campo Quantistico.
Se esistono i corpi umani animale e vegetali ci deve essere una matrice che ha immaginato l’esistenza di questi corpi.

“Tutta la materia non esiste che in virtù di una forza che fa vibrare le particelle e mantiene questo minuscolo sistema solare dell’atomo. Possiamo supporre al di sotto di questa forza l’esistenza di uno Spirito Intelligente e cosciente”

Con queste parole, il fisico Max Planck (1944) anticipava il concetto di ciò che oggi è conosciuto come Campo Quantistico, il campo di energia che occupa lo spazio che ingenuamente riteniamo vuoto e che lo attraversa con le sue fluttuazioni. Il Campo Quantistico è un mezzo continuo, un’entità che esiste in ogni punto dello spazio e che regola la creazione e l’annichilazione delle particelle. In altre parole, tutto ciò che conosciamo, tutto quanto esiste, emerge dal Campo Quantistico. Per fare un parallelo con le dottrine spirituali che ci parlano di un Dio creatore, il Campo è l’Akasha (l’etere, in lingua sanscrita), il corpo e la mente di Dio; è l’Ain Soph Aur della Cabala ebraica; è ciò che tutto contiene e dal quale tutto origina; è ciò che anticipa l’esistenza di qualsiasi cosa; è la Coscienza cosmica; è il non manifesto.
Niente esiste prima di emergere dal Campo.
E allo stesso tempo, nel Campo sono contenute tutte le possibilità di manifestazione di ciò che chiamiamo realtà. Ogni singola particella emerge dal campo quantistico, per poi aggregarsi nella realtà che costruiamo istante dopo istante. Ma prima di emergere, prima di prendere forma, prima di occupare uno spazio in un determinato momento, la particella è solo un’onda di possibilità. Possibilità per la Coscienza Cosmica di manifestarsi, di prendere forma. La Coscienza Cosmica è energia in potenza, senza spazio e senza tempo. E poiché sia lo spazio che il tempo originano dalla Coscienza, la Coscienza è collegata a ogni sua manifestazione, indipendente dallo spazio e dal tempo.
 
 
Come funziona la Preghiera
 
Dal punto di vista della fisica quantistica, pregare consapevolmente vuol dire comunicare col Campo e influenzarlo. Pregare vuol dire influenzare il Campo Quantistico per creare la realtà che desideriamo.
Pregare vuol dire mettere le cose al posto giusto” o in termini più semplici, aggiustare le cose.
Prima di tutto il rendersi conto della verità immutabile che la propria intera esistenza ha origine da dentro, non dall’esterno. John Assaraf ha espresso perfettamente questo concetto durante i suoi insegnamenti nel film The Secret. John dice ” non esiste il là fuori o il qui dentro ” e questa è la verità .
Secondo la fisica quantistica,siamo tutti creatori della nostra esistenza.. tutto è creato da noi stessi!
Se tutto ciò che percepisci nel mondo esiste perché tu lo percepisci,prova a immaginare quale meraviglioso potere hai nelle tue mani?
Si è così.. E puoi scegliere di usarlo sempre di più o di farlo andare via!
 
 
Pregare è anche accettare la propria responsabilità
Quando veramente riesci a metabolizzare il fatto che stai letteralmente creando ogni singolo pezzo della tua esistenza, dalla più piccola molecola fino al grattacielo più alto, dall’amore più grande all’odio più intenso, allora realizzi che puoi cambiare ognuna di queste cose visto che sei il responsabile del fatto che esistano.
Se hai creato qualcosa di meraviglioso ringraziati per averlo fatto. Se hai creato qualcosa di terribile, perdona te stesso per averlo fatto, assicurandoti che non succederà più in futuro.
Tutto il bene, tutto il male e tutto quello che sta in mezzo è una tua creazione. E puoi controllare tutto ciò imparando a controllare la tua gratitudine e la tua capacità di perdonarti.

 
 
Non puoi ottenere ciò che chiedi ma solo ciò che sei..

Chiedere qualcosa sentendone la mancanza ti allontana ancora di più dall’avere ciò che chiedi.
Come funziona l’emissione di intenti nel campo quantico? Se vuoi avere ciò che chiedi, devi necessariamente ‘sentire’ che quella cosa è già tua. Ecco che allora scopriamo perché molte volte non rusciamo ad ottenere quello che desideriamo.
Neal Donald Walsh nel suo bellissimo libro “Conversazioni con Dio“, nel quale lo stesso Dio dice che…

“Non puoi avere ciò che chiedi,
né puoi avere qualsiasi cosa tu voglia.
Questo perché la tua stessa richiesta
è una dichiarazione che ti manca qualcosa,
e il tuo dichiarare di desiderare questo
qualcosa funziona soltanto nel senso
di dar luogo a quella precisa esperienza:
il senso della mancanza, nella tua realtà.
La preghiera corretta non è mai perciò
una preghiera di supplica,
ma una preghiera di ringraziamento.”

Sostituiamo le parole Voglio.. o Desidero.. con le parole Io scelgo.. e Io ringrazio per.., sentendo dentro di te, la certezza che quello che stai chiedendo ti è stato già accordato.

Sentiti un Re e un regno ti verrà dato”. In altre parole, trasforma la tua supplica in un atto volontario di creazione e di ringraziamento per ciò che ti viene donato

 
 

Ambiente Olistico staff
 
 

Preghiera e Fisica Quantica