Digerire Consapevolmente è determinante per lo Stato di Presenza

Inserito in Grazia Foti Articoli

Digerire Consapevolmente

 
Digerire Consapevolmente è determinante per lo Stato di Presenza
 
 

Digerire Consapevolmente mette in coerenza le nostre vibrazioni e determina lo stato di presenza.. Assimilare (dal latino ad e similis), vuol dire rendere simile.

Assimilare un alimento significa rendere simile a noi una sostanza estranea (aliena) che viene introdotta dall’esterno nel nostro organismo.
Dopo i pasti, durante un processo digestivo, il corpo compie uno “sforzo” e mette in atto una serie di funzioni biologiche complesse, atte a metabolizzare gli alimenti.
Tutto ciò che non viene assimilato si trasforma in tossine.
Le tossine circolanti nel sangue e nella linfa, vanno ovunque e possono facilmente arrivare al cervello.
Sono in grado di condizionare anche l’umore.
L’umore può a sua volta inibire o favorire lo stato di presenza e consapevolezza.

Quando mangi la trasformazione da cibo ad energia, si irradia non solo nel corpo fisico, ma anche nei corpi sottili: stai nutrendo corpo, mente e spirito.

Oltre la qualità del cibo che deve essere appropriato e digeribile a misura d’uomo, evitando cioè cibi processati industrialmente e sintetici, che ben sappiamo, favoriscono l’acidità dei tessuti e lo stato infiammatorio cronico di tutto l’organismo…

è favorevole:
– Non mangiare frettolosamente
– Evitare di mangiare quando si è arrabbiati o tristi
– Rispettare il senso di sazietà che è individuale
– Ringraziare il cibo che nutre
– Mangiare in silenzio e lontani da strumenti tecnologici
– Ogni tanto attuare brevi digiuni controllati per depurare il corpo
 
 
Accompagnare il processo metabolico spontaneo
– colazione da Re
– pranzo da operaio
– cena da povero

 
 
Cibi che infiammano e/o acidificano
– Zucchero raffinato e non (utilizzare miele di qualità)
– Salumi (da bandire)
– Carne.. rossa in particolare (preferire pesci piccoli)
– Formaggi e prodotti caseari (da evitare)
– Glutine (ridurre drasticamente)
– Alcolici (da bandire)

 
 

Mantenere in buona salute il nostro corpo, attraverso la consapevolezza alimentare, è una forma di prevenzione per noi e di generosa gratitudine verso gli altri. Il cibo deve rappresentare una fonte di energia vitale, e non una gratificazione dei sensi che può diventare distruttiva. Tutto accade in funzione delle nostre azioni di cui spesso non siamo consapevoli. Di tutto ciò fa parte l’atto sacro del nutrimento.

 
 

Grazia Foti

 
 
Ambiente Olistico staff
 
 

Digerire Consapevolmente è determinante per lo Stato di Presenza