Arimane e la concezione meccanicistica della vita

Inserito in Grazia Foti Articoli

Arimane
 

Arimane e la concezione meccanicistica della vita

 
 

Secondo Steiner il demone che sovraintende l’eccesso di razionalità che inaridisce il cuore.. è Arimane.

Un entità che imperversa nel nostro attuale millennio e che rappresenta la Materia che contrasta lo Spirito e quindi manovra il rapporto dell’uomo terreno con Dio.
Che poi Arimane sia un’essere incarnato o meno non credo debba interessarci. O che in altre tradizioni venga chiamato Satana o Mefistofele non cambia la sua opera dissacrante.. il cui focus è sottrarre il sacro ad ogni contenuto terreno.
 
 
Da tempo è nato un movimento per desacralizzare i testi sacri, razionalizzando il contenuto, decodificandolo unicamente da un punto di vista materiale, che è solo un aspetto con ben poca rilevanza rispetto al contenuto animico.
In soldoni appurare se Cristo fosse figlio unico o meno non ci cambia la vita.
Ma sicuramente il rito sacro dell’Ultima Cena (ripreso anche da Gurdjieff) o il senso del sacrificio del Golgota (rivisitato da Steiner), ha un impatto potente anche nella nostra vita pratica, con risultati tangibili di crescita personale armonica e completa.

Tuttavia questa qualità arimanica molto in voga oggi, non si manifesta esclusivamente nel settore prettamente spirituale, ma in ogni campo della nostra attuale esistenza.

Per fare un esempio fra tanti: la medicina meccanicistica odierna, che separa e aggiusta il corpo a pezzi suddivisi (uno specialista per ogni organo), come se i polmoni non sapessero cosa fa lo stomaco.. è sotto il dominio di Arimane, levando appunto la sacralità all’intelligenza primordiale delle cellule del nostro organismo, perfettamente organizzate, che sono opera del Divino.
Si cura il corpo SOLO come fosse una macchina.
Mentre la medicina integrata che si sta facendo spazio, andando verso la coscienza umana, porta il sacro nella materia e nonostante non tolga nulla alla medicina tradizionale, ma aggiunga validi strumenti di guarigione, viene sistematicamente boicottata e quando non si riesce a dissuadere l’utente con il sarcasmo o la paura, si passa a decreti legge.

Ma non scoraggiatevi non siete soli.. il processo ormai in atto, non è più arrestabile, non si torna mai indietro da un livello evolutivo superiore. Anche fosse solo scorgere un bagliore di verità e di luce.

Anche la scuola odierna che viene concepita come un luogo dove immagazzinare nozioni togliendo spazio ai talenti individuali (nelle scuole il nucleo centrale dell’individuo viene detronizzato), addirittura oggi piccoli neonati vengono livellati e istituzionalizzati appena nati e messi negli asili nido-pollaio.
Non ha caso stiamo assistendo ad un aumento esponenziale delle malattie psichiche dei bambini.
 
 
L’alimentazione ormai tossica, viene scissa dalla salute anche se ha un impatto non solo sul corpo, ma anche sull’apparato psico/emozionale inducendo una serie di comportamenti insani e nocivi a se stessi e al prossimo.
 
 
L’obbiettivo è sempre lo stesso di cui parlo in tanti articoli: quello di separare l’uomo dalla propria anima di orgine divina, per farne un contenitore vuoto a disposizione di forze oscure.
Creare una barriera tra l’uomo e gli impulsi del cuore, porta verso la follia.
Rispetto al campo elettromagnetico prodotto dal cervello, il campo del cuore di forma toroidale, è circa 70 volte maggiore in ampiezza, e permea ogni cellula del corpo. Il componente magnetico è di circa 5000 volte più forte del campo magnetico del cervello e può essere rilevato diversi metri di distanza dal corpo con magnetometri sensibili.
Il cuore comunica informazioni a tutto l’organismo attraverso interazioni con dei campi elettromagnetici: genera il campo più potente e più ampio del corpo attraverso un suo ritmo bio-magnetico.

L’irrazionale non deve e non non può essere estirpato. Gli dèi non possono e non devono morire. Guai agli uomini che vogliono disinfettare razionalmente il cielo. C.G. Jung

Grazia Foti

 
 
Ambiente Olistico staff
 
 

Arimane e la concezione meccanicistica della vita