Acidosi del Corpo

Inserito in Alimentazione Biocompatibile

Acidosi del Corpo

Acidosi del Corpo

 
 
Lo stato di Acidosi del Corpo determina malattia in quanto si altera l’equilibrio acido-basico essenziale per la vita. L’ Acidosi del Corpo crea un ambiente malsano in cui proliferano batteri e lieviti e soprattutto cellule tumorali.
 
 
Il dr. R. Young afferma: “L’eccesso di acidificazione nell’organismo è la causa di tutte le malattie degenerative. Se avviene una perturbazione dell’equilibrio e un corpo inizia a produrre e immagazzinare più acidità e rifiuti tossici di quelli che è in grado di eliminare allora le malattie si manifestano”.

Molte persone vivono in uno stato cronico di Acidosi senza saperlo!

Il nostro organismo per neutralizzare e contrastare l’Acidosi del Corpo è costretto a prelevare minerali da organi vitali, ossa, denti ecc.. sacrificando di conseguenza importanti riserve di calcio, magnesio, sodio e potassio che saranno ridotte provocando ulteriore acidità cronica.
L’organismo tenta di regolare da solo il pH , ma in caso di Acidità del Corpo, lo fa a spese di altre parti del corpo, per esempio in caso di in caso di Acidità del Corpo preleva sostanze alcaline dall’intestino tenue causando problemi digestivi.

 
 
Sintomi che indicano Acidosi del Corpo
– Artrosi, Artrite, Lombalgia
– Micose e Candidosi
– Carie e infiammazioni gengivali
– Difficoltà respiratorie con mancanza di respiro
– Problemi cardiovascolari, aritmie, tachicardia
– Cistiti croniche
– Osteoporosi, ossa fragili e deboli
– Emicrania
– Apatia e sonnolenza
– Confusione, sonnolenza
– Dolore alle articolazioni, dolori muscolari, accumulo di acido lattico.
– Dermatiti
 
 
Test di Acidosi del Corpo tramite Test delle Urine
Il pH urinario viene monitorato allo scopo di valutare l’esistenza di disordini di tipo acido/base, di origine metabolica. Il metodo più semplice e alla portata di tutti, per valutare il pH delle urine, consiste nell’immergere una cartina al tornasole (in vendita nelle farmacie), in un campione di urine fresche. In pratica si utilizza una striscetta di carta contenente un colorante di origine naturale, che gli conferisce la capacità di cambiare dal verdino (a pH neutro) alle varie tonalità del rosso (in ambiente acido, pH < 4,4) e del blu (ambiente basico, pH > 8,0). La cartina al tornasole rappresenta quindi un ottimo indicatore di pH, che viene stabilito confrontando la colorazione ottenuta con la relativa scala cromatica di riferimento.
Un pH sano medio può variare da 7 – 7.40 Il valore ottimale del pH delle urine è di 7.4
Inizialmente per avere un quadro reale del valore pH urinario, vanno testate le urine più volte, poichè varia durante l’arco della giornata. E’ bene per almeno una settimana attuare questa misurazione sempre agli stessi orari (mattina, pomeriggio e sera).
 
 
Alimentazione e Acidosi del Corpo
Una volta terminato il processo digestivo, gli alimenti, a secondo della qualità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali, forniscono e generano una condizione di Alcalinità o di Acidosi del Corpo.
Tutto dipende unicamente da ciò che si mangia. Il risultato acidificante o alcalinizzante, viene misurato con una scala chiamata pH, i cui valori vanno da 0 a 14, al valore 7 corrisponde un pH neutro. È importante sapere, come gli alimenti acidi e alcalini influiscono sulla salute, poiché per far funzionare correttamente le cellule, dovrebbe essere leggermente alcalino (poco di sopra al 7).
Il sangue si “autoregola” costantemente per non cadere in acidosi metabolica, garantire il buon funzionamento e ottimizzare il metabolismo cellulare. Il corpo deve ottenere delle basi minerali alimentari per neutralizzare l’acidità del sangue nel metabolismo, ma tutti gli alimenti già citati (specie se raffinati) acidificano il sangue e ammorbano l’organismo. Dobbiamo tener conto che con il moderno stile di vita, questi cibi vengono consumati almeno 3 volte al giorno, 365 giorni l’anno e tutti questi alimenti sono anti¬fisiologici e provocano stato cronico di Acidosi del Corpo
 
 
Alimenti Acidificanti
– Carne (Tutti i tipi)
– Latte e Latticini (altamente più acidificanti)
– Farina Raffinata e derivati (pane e biscotti)
– Zucchero specie raffinato
– Sale Raffinato
– Caffè
– The Nero
– Cioccolato
– Tabacco
– Farmaci
– Cibo cotto (la cottura elimina l’ossigeno aumentando l’acidita’ dei cibi)
– Alimenti trasformati e preconfezionati che contengono coloranti conservanti e additivi chimici

 
 
Alimenti Alcalinizzanti
– Tutte le verdure crude
– Frutti anche il limone che all’interno del corpo ha un effetto altamente alcalino
– Alcuni semi, come le mandorle sono fortemente alcalini
– Tra i cereali integrali l’unico cereale alcalinizzante è il miglio. Tutti gli altri sono leggermente acidi, tuttavia, siccome la dieta equilibrata ha bisogno di una percentuale di acidità, è bene consumarne qualcuno. Tutti i cereali devono essere consumati cotti.
– Il Miele è altamente alcalinizzante
– La Clorofilla è alcalina
– Aloe Vera
– Acqua alcalina
 
 
12 regole per mantenere costante l’equilibrio acido-basico nel corpo

I- FRUTTA e VERDURA biologiche sono la migliore fonte di glucidi alimenti vitali non trasformati. La loro buona quantità percentuale di vitamine e minerali è innegabile. Esse rispettano l’equilibrio glicemico e la loro ricchezza in fibre favorisce un buon transito intestinale. Poiché tutte le preparazioni a base di farina consumate in eccesso lasciano nell’organismo dei residui acidi, è giustificato associare ai cereali degli alimenti alcalinizzanti.

II- Utilizzare INTEGRATORI remineralizzanti citrati alcalini come Magnesio, Potassio e Calcio insieme ad antiossidanti come Betacarotene, Glutatione, Coenzima Q10, Vitamina C, Viamina E.

III- Scegliere buone fonti di PROTEINE come: legumi e soia, pesci (non inquinati) e uova biologiche freschissime

IV- Utilizzare acidi grassi OMEGA 3, per conservare la stabilità acido-basica evitando così Acidosi del Corpo è bene garantire ciclicamente un apporto di acidi grassi omega 3 che hanno il merito di diminuire il tasso dei trigliceridi nel sangue. preferendo fonti vegetali come olio di Ribes Nero, Olio di Noci ecc che oltre ad esser ben assimilati sono decisamente più sicuri rispetto a quelli del pesce

V- NOCI, semi di sesamo e mandorle sono ricchi di proteine, vitamina E (uno degli antiossidanti più potenti) e di grassi “buoni” che riducono il tasso di colesterolo “cattivo”.

VI- Mantenere il controllo sull’ ALIMENTAZIONE QUOTIDIANA: non abbondare nei pasti assumere piccole porzioni con poche calorie. Privilegiare l’idratazione: bevendo quotidianamente 1 litro e mezzo al giorno di un’acqua ricca di bicarbonati alcalinizzanti.

VII- Preferire piccoli quantitativi di SALE ROSA dell’Himalaya al sale marino trattato. Ridurre il sale e favorire le spezie: è necessario controllare il vostro apporto di sale. troppo sale aumenta la pressione arteriosa così come i rischi di osteoporosi, di calcoli renali, di asma e di malattie cardio-vascolari. Al contrario, spezie come Curcuma e Cannella forniscono un gusto supplementare ai cibi e permettono di evitare l’aggiunta di sale.

VIII- Attenzione alla COTTURA: utilizzare cibi crudi (quando possibile) o cotture a basse temperature. Gli alimenti fritti e grigliati contengono sostanze tossiche e cancerogene; inoltre sopra i 110 °C la maggior parte delle vitamine viene distrutta.

IX- Il RILASSAMENTO profondo è necessario per abbassare il tasso di cortisolo, l’ormone dello stress. Un tasso troppo elevato è un fattore d’invecchiamento, di perdita del controllo sull’alimentazione (aumenta l’appetito) e di rischio elevato di malattie croniche.

X- Imparare a RESPIRARE ed ossigenarsi: la corretta respirazione ha un rilievo particolare nell’equilibrio acido-base. E’ essenziale al drenaggio e all’eliminazione degli acidi per non accumulare Acidosi del Corpo.

XI- Controllare la qualità del SONNO: la carenza cronica di sonno o il sonno di cattiva qualità costituiscono uno dei fattori di rischio delle malattie cardiovascolari. Inoltre, l’insonnia aggrava lo stress, una delle principali cause dell’accelerazione dell’invecchiamento. esistono rimedi naturali per favorire il sonno come o.e.di Lavanda, fiori di bach , omeopatici come avena ecc..

XII- Educare la MENTE a non formulare pensieri negativi di rabbia, rancore, colpa ecc.. per sincronizzarsi su frequenze propositive.
 
 
Grazia Foti
Naturopata – Operatore Olistico

 
 
Ambiente Olistico staff
 

Acidosi del Corpo